MTWE MTWE

REGISTRATI ORA


22-23-24 settembre 2020
Hall 7.1, Paris Expo Porte de Versailles, Parigi, Francia

Recensioni sulla fiera 2019

Un’altra edizione di successo per una fiera che si conferma ancora una volta imperdibile!

L’edizione 2019 della Meteorological Technology World Expo, la maggiore fiera al mondo dedicata esclusivamente alle tecnologie e ai servizi meteorologici e idrometeorologici, si è svolta per la prima volta nel Padiglione 6 del Palexpo di Ginevra e ha visto la partecipazione di oltre 175 espositori, che hanno presentato le loro ultime innovazioni a più di 4.000 visitatori provenienti da 100 Paesi.

Lo spostamento a Ginevra (l’evento si era svolto in precedenza ad Amsterdam) ha consentito alla fiera di tenersi nello stesso periodo e nella stessa città del 18° Congresso meteorologico mondiale (Cg-18) dell’Organizzazione Meteorologica Mondiale (OMM), offrendo così ai partecipanti un’occasione preziosa di ampliare la propria rete di contatti e di capitalizzare al massimo il tempo investito. L’area espositiva ha inoltre ospitato in questa edizione il numero più alto mai registrato di lanci di nuovi prodotti e di tecnologie di prossima generazione per le misurazioni e le previsioni.

Presso il solo stand di Campbell Scientific sono stati presentati numerosi nuovi prodotti, tra cui un sensore di profondità dell’acqua a bassa manutenzione e un sensore di profondità del manto nevoso basato su laser. Tra le innovazioni più importanti vi è stato innanzitutto il sensore di umidità del terreno SoilVUE10, con sistema ad avvitamento composto da strisce di metallo nudo di circa 5 cm ciascuna, poste a intervalli di circa 10 cm, in grado di rilevare il contenuto di umidità nel suolo.

“Il concetto innovativo sta nel fatto che i denti di misurazione sono montati su una struttura a spirale, così da garantire un contatto ottimale con il suolo quando il prodotto viene avvitato nel terreno”, ha spiegato Douglas Brown, tecnico vendite senior di Campbell Scientific. “Funziona sulla base di un principio chiamato riflettometria nel dominio del tempo. Alcuni sostengono che quando si inseriscono i sensori tradizionali nel terreno, sarebbero necessari due anni di tempo affinché il suolo si assesti e sia possibile ottenere una lettura affidabile. Con questo prodotto invece, l’elemento di alterazione del terreno è molto inferiore e si ottiene quasi immediatamente una lettura affidabile”.

Archived Reviews

2019 | 2018 | 2017 | 2016

Future edizioni: Meteorological Technology World Expo 2020, 22-23-24 settembre 2020, Porte de Versailles, Parigi (date non definitive)